Sabato 5 e domenica 6 maggio prende il via l’edizione 2012 di Monumenti Aperti. La manifestazione sarà come sempre inaugurata a Cagliari, che anche quest’anno condividerà le date con i comuni di Sassari e Settimo San Pietro. Nata nel capoluogo sardo nel 1997 dall’iniziativa delle Associazioni Culturali Ipogeo e Imago Mundi e del Comune di Cagliari, Monumenti Aperti dal 2000, per volontà del suo Comitato Scientifico e dell’Assessorato Regionale del Turismo, ha assunto dimensione regionale.

L’ EDIZIONE 2012
Chiese, siti archeologici, beni storico-artistici, ma anche percorsi naturalistici e tematici costituiscono le attrazioni anche di questa edizione di Monumenti Aperti che si concluderà a ottobre, estendendo così la tradizionale stagione turistica e valorizzando risorse spesso ancora poco conosciute. La manifestazione è, non a caso, una straordinaria occasione di riscoperta del territorio e delle proprie radici e un’opportunità unica di crescita e sviluppo turistico. Per arricchire ulteriormente l’offerta formativa e culturale propria della manifestazione, è stato riproposto, fra marzo e aprile, il ciclo di conferenze Le identità locali – città e paesi si raccontano, quest’anno dedicato al tema: Dal particolare al generale: partendo da un bene culturale – un’area archeologica, un dipinto, un edificio – le 5 conferenze hanno cercato di ricostruire l’insieme di aspetti sociali, economici, culturali che lo radicano alla storia della città di Cagliari. Per la prima volta in questa edizione tutte e otto le provincie entrano nella rete della manifestazione. Se nel 2000 erano 4 le amministrazioni locali aderenti al circuito, in questa edizione sono 48 i comuni, dal nord al sud dell’Isola, che vi partecipano distribuiti in 9 fine settimana dal 5 maggio al 28 ottobre. E saranno almeno 12.000 i volontari (di cui almeno il 60% studenti di ogni ordine e grado) che apriranno quasi 600 tra monumenti e siti archeologici e naturalistici. Sono 6 le amministrazioni che partecipano per la prima volta: Berchidda, Buggerru, Santa Giusta, San Gavino, Seui e Siddi. Mentre ritroveremo ben 14 comuni che non erano presenti nell’edizione 2011: Fluminimaggiore, Gavoi, Gesico, Guamaggiore, Guasila, Monserrato, Ortacesus, Pimentel, Sadali, Sanluri, Selegas, Senorbì, Siurgus Donigala e Suelli. Alla manifestazione prendono parte 22 comuni della Provincia di Cagliari: Cagliari, Capoterra, Dolianova, Gesico, Guamaggiore, Guasila, Monastir, Monserrato, Ortacesus, Pimentel, Quartu Sant’Elena, Sadali, Selegas, Senorbì, Serdiana, Settimo San Pietro, Sestu, Siddi, Sinnai, Siurgus Donigala, Soleminis, Suelli e Teulada; aderiscono 9 comuni della Provincia Carbonia/Iglesias: Buggerru, Calasetta, Carbonia, Carloforte, Fluminimaggiore, Gonnesa, Iglesias, San Giovanni Suergiu e Sant’Antioco; sono 6 quelli della Provincia Villacidro/Sanluri: Arbus, Sanluri, Sardara, San Gavino, Villanovafranca e Villacidro; 3 di quella di Sassari (Alghero, Porto Torres, e Sassari ); 3 i comuni della Provincia di Oristano (Bosa, Oristano e Santa Giusta) e 3 della Provincia Olbia/Tempio: Berchidda  Olbia e Telti.  Infine 1 comune della Provincia Ogliastra, Seui, e 1, Gavoi, della Provincia di Nuoro.

CALENDARIO 2012

05/06 Maggio
Cagliari, San Basilio, Sassari, Settimo San Pietro

12/13 Maggio
Alghero, Calasetta, Capoterra, Carbonia, Oristano, Quartu Sant’Elena, Sant’Antioco, Villacidro

19/20 Maggio
Iglesias, Sanluri, Santa Giusta, Sestu

26/27 Maggio
Arbus, Buggerru, Dolianova, Fluminimaggiore, Gonnesa, San Gavino Monreale, Sardara, Serdiana, Soleminis, Telti, Villanovafranca

02/03 Giugno
Carloforte, Porto Torres, Siddi, Teulada

29/30 Settembre
Gavoi, San Giovanni Suergiu

13/14 Ottobre
Gesico, Guamaggiore, Guasila, Ortacesus, Pimentel, Sadali, Selegas, Senorbì, Siurgus Donigala, Suelli

20/21 Ottobre
Berchidda, Monserrato, Seui

27/28 Ottobre
Bosa, Olbia, Sinnai

468x60 Trovaofferte sotto i 25 euro



I commenti sono chiusi